La Birra in tavola e in cucina – Recensione

1

10/10/2013 di movimentobirra

click to enlargeLa Birra in tavola e in cucina

Leonardo Romanelli, ed. Mondadori, 2013, 144pp.

Quello degli abbinamenti è il nostro campo come Associazione ormai da diverso tempo (2007, anno di fondazione). Logico quindi che il libro pubblicato da Leonardo Romanelli (eno-gastronomo e volto tv) ci abbia incuriosito. Una “invasione di campo”, venendo lui dal vino, che potrebbe far storcere il naso ai più fedeli alla linea. Ma c’è qualche distinguo che va fatto e che ne può far valutare l’opera da un altro punto di vista. Intanto la parte introduttiva, seppur ridotta (data l’impaginazione del volume e le pagine complessive) è stata realizzata in collaborazione con Luca Gatteschi, birrofilo fiorentino della prima ora (anni ’90). Quindi l'”invasione di campo” viene, per così dire, un po’ mitigata, da chi di birra conosce e ha parlato (corsi Slow Food a Firenze).

L’obiettivo dichiarato di questo libro è la birra in cucina e gli abbinamenti che ne possono derivare. Non tanto secondo canoni “classici” a cui siamo abituati, ma secondo l’estro di cuochi e chef (tanto per citarne uno, Marco Stabile). Questo dell’abbinamento si mostra come uno dei punti di forza del libro, ma anche un suo limite.

Spesso Kuaska nelle sue dissertazioni cita il fatto che all’estero ci siano volumi e volumi (ad esempio “Belgian Beer on the Menu” di Ben Vinken, “La cuisine à la bière” di Alain Fayt) sugli abbinamenti, che derivano da tradizioni culinarie nazionali abituate a cucinare da sempre con la birra, mentre quella italiana è relativamente giovane in questo tipo di scelte, per quanto il nostro estro e varietà ci poterà, a detta del Sommo, ad eccellere.

In un contesto di larga diffusione della birra artigianale in Italia come stiamo osservando in questi anni, un ricettario un po’ più articolato, in qualche modo, mancava. In una recente passato abbiamo visto il libro “Birra e… piccoli piatti, grandi abbinamenti” (2006) e, soprattutto, “A tutta Birra” di Ernst Knam (2002), dove uno chef curioso e creativo ha presentato vari piatti abbinati alla birra.

Ma sono passati anche 10 anni e il mondo della birra nel frattempo ha fatto passi in avanti importanti, toccando però solo marginalmente, nell’editoria di settore, la strada degli abbinamenti.

Ecco quindi che questo volume poteva essere una buona occasione per fare un passo sostanziale nell’esplorazione di pietanze annaffiate dalla bevanda di Re Gambrinus.

Nel libro di Romanelli il tema centrale sono i piatti e la loro creazione. La birra resta, purtroppo, sullo sfondo, un po’ di contorno.

Si nota l’attenta descrizione della realizzazione dei piatti, e in questo si evince l’esperienza dell’autore, ma non troviamo neanche una nota sulla storia della birra abbinata o del perché di quella scelta.

Non fraintendeteci, le birre scelte, che vanno da quelle da grande distribuzione a quelle artigianali, e le ricette restano pur sempre un buono spunto per realizzare una piacevole cena tra amici a base di birra.

Sottolineamo, però, che questo è soprattutto un libro di cucina, in cui la birra è tangente interessata. In questo campo dell’editoria c’è molto da fare e questo lavoro, che consideriamo un buon punto di passaggio, è destinato pur sempre a restare nella memoria storica dei degustatori italiani.

Marco Pasquini, I Birranti (Firenze)

One thought on “La Birra in tavola e in cucina – Recensione

  1. cibo & birra ha detto:

    Condivido la recensione del libro, soprattutto sul fatto che sia “un buon punto di passaggio”, siccome il libro è più incentrato sulla cucina che sulla birra. Come tutti sanno le nostre tradizioni sono legate quasi esclusivamente al vino, campo in cui siamo maestri. Ma il settore della birra artigianale ha subito negli ultimi 10 anni una vera rivoluzione, credo che ci sia molta strada da fare e le prospettive possono essere davvero interessanti. Da poco ho aperto un blog proprio sugli abbinamenti tra cibo e birra artigianale italiana, cercando di dare più risalto alla birra, con lo scopo di avvicinare più gente possibile e far crescere la consapevolezza che la buona birra si può accostare ad una infinità di cibi. Se siete curiosi http://www.ciboebirra.it
    Complimenti per aver recensito il libro.
    Luca

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Collabora con noi!

Vuoi collaborare con la rivista o il blog di MoBI? Scrivici a movimentobirrarioitaliano@gmail.com!

  • 158,879 visitatori
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: